Monday, 11 December 2017 back

Brexit: new publication from LSE and GSSI

Understanding the Brexit vote considering the economic internationalisation and the cultural openness aspects is the topic of a recent paper by the London School of Economics and Alessandra Faggian, Professor of Applied Economics at the Gran Sasso Science Institute.

The Leave vote prevailed in regions where local workers do not interact much with foreign cultures – yet some of these places rely on jobs created by foreign firms. If internationalisation in the workplace does not match internationalisation ‘at home’, pressure on local workers to opt out from further economic integration increases. This and other issues are discussed in the original article “Internationalised at work and localistic at home: the ‘split’ Europeanisation behind Brexit” by Riccardo Crescenzi (LSE), Marco Di Cataldo (LSE) and Alessandra Faggian forthcoming in Papers in Regional Science. A detailed analysis is now available on the London School of Economics official blog.

 


 Brexit: nuova pubblicazione del GSSI in collaborazione con la London School of Economics

Capire il voto sulla Brexit considerando l'internazionalizzazione economica e gli aspetti di apertura culturale: questo è il tema principale di un recente articolo scritto da Alessandra Faggian, docente di Economia applicata presso il Gran Sasso Science Institute in collaborazione con la London School of Economics. Il voto di scissione del Regno Unito dall'UE è prevalso nelle regioni in cui i lavoratori locali non sono molto a contatto con le culture straniere, pur essendo la maggior parte dei posti di lavoro creati da imprese estere. Se l'internazionalizzazione dul posto di lavoro non coincide con l'internazionalizzazione "a casa", si espongono i lavoratori locali al rischio dell'assenza di un'integrazione economica a livello globale. Queste e altre problematiche sono affrontante nel recente studio “Internationalised at work and localistic at home: the ‘split’ Europeanisation behind Brexit” che sarà pubblicato da Riccardo Crescenzi (LSE), Marco Di Cataldo (LSE) and Alessandra Faggian sulla rivista Papers in Regional Science. Un'analisi dettagliata è ora disponibile sul blog ufficiale della London School of Economics.