Friday, 16 February 2018 back

Smart Cities&Communities: GSSI polo del Laboratorio Nazionale CINI

Il GSSI diventa il nuovo nodo nr. 30 del Laboratorio Nazionale CINI “Smart Cities & Communities” che mira a diventare un centro italiano di competenza nel campo delle tecnologie ICT per le Smart Cities e contribuire, insieme ad altri attori, a sviluppare soluzioni innovative per migliorare la qualità della vita dei cittadini.

Il Laboratorio è costituito da 30 Nodi distribuiti su tutto il territorio nazionale e corrispondenti ad altrettante Università consorziate nel CINI. I concetti di Smart City e Smart Community stanno assumendo rilevanza sempre crescente nel panorama nazionale e internazionale, come testimoniato dai numerosi progetti e attività in corso in tale settore. Diverse città hanno attivato programmi per accrescere la sostenibilità, offrire servizi sempre più innovativi, consentire la partecipazione attiva dei cittadini alle pratiche di governo, e supportare la loro socialità tramite servizi dedicati. I temi di ricerca affrontati nel Laboratorio Smart Cities & Communities sono di natura sia metodologica che tecnologica e riguardano principalmente i seguenti ambiti applicativi: E-Health, Food, Smart Energy & Smart Buildings, Mobility, Transports, & Logistics, Climate & Environment Management, E-tourism & E-culture, E-education, E-government, E-inclusion, Urban Security. La Ernest & Young EY effettua un monitoraggio sistematico della diffusione dell’ICT da oltre 10 anni ed ha creato lo Smart City Index, una graduatoria di tutti i 116 comuni capoluogo di provincia «primari» individuati dall’ISTAT.
La classifica misura le iniziative smart nelle città italiane;  deriva i dati principalmente da indagini ad hoc effettuate direttamente da EY;  copre una vasta gamma di aree tematiche, dalle infrastrutture a banda larga ai servizi digitali (mobilità, scuola, sanità, ecc.), fino agli indicatori relativi allo sviluppo sostenibile delle città.

Nel ranking del 2016, la città dell’Aquila si piazza nella terza fascia al 91° posto e uno degli obiettivi dell’attivazione del nodo è quello di migliorare lo smart city index della città in collaborazione con il nodo dell’Università degli Studi dell’Aquila, per la prossima rilevazione nazionale. Il primo risultato in termini di ricerca è un articolo dal titolo ““Smart City L’Aquila: An Application of the “Infostructure” Approach to Public Urban Mobility in a Post-Disaster Context”, che è già stato pubblicato sulla rivista Journal of Urban Technology ed è il risultato di una fruttuosa collaborazione tra l’area di Computer Science e qualle di Urban Studies del GSSI. Il nodo per il GSSI è diretto dal ricercatore Ludovico Iovino (Computer Science) con la partecipazione di Luca Aceto (Computer Science), Roberto Aloisio (Fisica),  Paolo Antonelli (Matematica), Mohamed Benyahia (Matematica), Gianlorenzo D’Angelo (Computer Science), Michele Flammini (Computer Science), Nicola Guglielmi (Matematica), Roberto Aloisio (Fisica), Alessandra Faggian (Urban Studies), Piero Marcati (Matematica), Marco Modica (Urban Studies), Massimiliano Rosini (Matematica) e Catia Trubiani (Computer Science).

Leggi la pubblicazione.